Triplife: Viaggiamo per aggiungere vita alla vita

TripLife Viaggiare-in-gravidanza-1180x785

Viaggiare in gravidanza e dopo il parto: la guida compagnia per compagnia4 min read

Come scritto in un altro articolo qui su Triplife, viaggiare in gravidanza è possibile seguendo alcuni consigli.

Oltre ai consigli utili e i miti sfatati in quell’articolo, è necessario seguire le regole imposte da ogni singola compagnia area. A tal proposito, eDreams, agenzia di viaggi online, ha creato una guida per facilitare la partenza delle future mamme.

Viaggiare in gravidanza: le regole

Sono due le cose che differenziano principalmente le regole per ogni singola compagnia aerea: la settimana di gestazione e i giorni di vita del bambino.

TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza
Infografica by eDreams

Eccole in dettaglio

  • Alitalia. è possibile viaggiare dalla 28^ settimana di gravidanza a patto che ci sia un certificato medico che attesti che la donna possa volare. Prima, invece, si può prendere l’aereo liberamente. Dalla 35^ settimana di gestazione non è possibile più volare. Mamma e bambino possono riprendere a viaggiare dopo una settimana dal parto.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_alitalia
Infografica by eDreams
  • Lufthansa, compagnia aerea tedesca, consente alle future mamme di volare dalla 32^ settimana di gravidanza, a patto che ci sia l’autorizzazione medica. Mentre dalla 36^ settimana di gravidanza non è permesso volare. Dopo il parto, non viene specificato quando la mamma e il bambino possono riprendere a volare.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_lufthansa
Infografica by eDreams
  • Iberia, la compagnia aerea spagnola, permette di volare sui propri fino alla 36^ settimana di gravidanza. Ma dalla 28^ settimana di gestazione per volare è necessario il certificato medico. Così come per Alitalia, sarà poi possibile riprendere un aereo Iberia a partire da una settimana dopo il parto.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_iberia
Infografica by eDreams
  • EasyJet non permette di prendere un aereo alle future mamma che oltre la 35^ settimana di gravidanza. Per una gravidanza multipla il limite è di 32 settimane.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_easyjet
Infografica by eDreams
  • Ryanair richiede dalla 28^ settimana di gestazione un certificato medico che attesti lo stato di buona salute della donna. Dalla 36^ settimana di gravidanza non è più possibile volare con Ryanair. La mamma può riprendere a volare con Ryanair dopo 48 ore dal parto, a meno che non sia avvenuta un taglio cesareo. In quel caso, si dovranno aspettare 10 giorni. Il bambino, invece, potrà volare a partire dall’ottavo giorno di vita.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_ryanair
Infografica by eDreams
  • Wizz richiede dalla 28^ settimana di gestazione un certificato medico che attesti lo stato di buona salute della donna. Dalla 34^ settimana di gravidanza non è più possibile volare. Mamma e bambino possono riprendere a volare una settimana dopo il parto.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_wizz
Infografica by eDreams
  • Meridiana richiede un certificato medico dalla 32^ settimana di gestazione. Dalla 35^ settimana di gravidanza non è più possibile volare. Per riprendere a volare, la neo mamma e il suo bambino devono attendere una settimana.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_merdiana
Infografica by eDreams
  • AirFrance non richiede alcun certificato medico per volare e il limite è imposto dalla 32^ settimana di gravidanza. Per riprendere a volare, mamma e bambino devono aspettare una settimana.
TripLife Regole-per-viaggiare-in-gravidaza_airfrance
Infografica by eDreams

Ti consiglio, a prescindere da queste regole, di consultare il proprio medico per ogni dubbio e consiglio.

Prima di acquistare un volo aereo ti invito a controllare sul sito della compagnia le regole da rispettare per partire. Potrebbero essere cambiate. Articolo aggiornato a Gennaio 2020.

Buon viaggio mamma!

Vede la vita come un pirotecnico gioco. Spesso si affida al caso. Passeggero della Terra.

Lascia un commento

Shares