• Home
  • /
  • Romania
  • /
  • Cosa vedere in Transilvania: itinerario e info utili

Triplife: Viaggiamo per aggiungere vita alla vita

TripLife IMG_6598

Cosa vedere in Transilvania: itinerario e info utili8 min read

Mai sentito parlare del Conte Dracula e della Transilvania? Ovvio che sì!

Lo scorso anno, in occasione di un week end libero in prossimità di Halloween, io e Ilaria decidemmo di andare in Romania per visitare uno dei posti più misteriosi d’Europa: la Transilvania.

Organizzare il tutto non è stato semplice anche perché avevamo a disposizione appena due notti e tre giorni. A tal proposito ho deciso di scrivere questo articolo con tutti i miei consigli su come muoversi in questa regione, l’itinerario da percorrere e cosa vedere in Transilvania.

Come arrivare in Transilvania

Io e Ilaria siamo partiti da Bergamo con un volo diretto Ryanair per Bucarest. Il biglietto aereo lo abbiamo pagato circa 40€ a/r. Un’altra compagnia low-cost per raggiungere la Romania che puoi valutare è Wizz Air. Per trovare anche tu i biglietti più economici per i tuoi viaggi leggi questi 5 semplici consigli.

Come muoversi in Transilvania

Per gli spostamenti in Transilvania lascia stare i treni. Ti consiglio vivamente di noleggiare un auto. 

I prezzi di alcune compagnie di autonoleggi locali come Klasswagen  sono davvero vantaggiosi. Per 3 giorni di noleggio abbiamo pagato circa 35€ per un’utilitaria. Puoi prenotare un auto direttamente online sul loro sito in maniera semplice e veloce.

Aldilà del fattore economico che senz’altro è importante, ciò che mi ha spinto nel noleggiare un auto è la sensazione di libertà nell’attraversare terre sconosciute. Il potersi fermare praticamente ovunque con un auto ti regalerà un senso di avventura che solo un viaggio on the road ti può trasmettere.

Itinerario per un viaggio in Transilvania

Il programma di viaggio in Translvania dipende dall’ora in cui arrivi all’Aeroporto di Bucarest-Otopeni. Se il tuo volo arriva in mattinata, ritira l’auto che hai noleggiato dall’Italia e parti alla scoperta della Transilvania; se invece atterri a Bucharest in tardo pomeriggio o in serata, puoi dormire una notte nella capitale rumena e partire l’indomani. Ti consiglio di cenare nel ristorante più tipico di Bucharest: Caru cu Bere. Si trova in pieno centro storico e ti posso assicurare che ne vale la pena. I prezzi sono nella media.

Io ho preferito dormire una notte a Bucharest e partire ben riposato alla scoperta della Transilvania. Ho alloggiato al K+K Hotel Elisabeta prenotandolo su booking.com (se prenoti tramite questo LINK guadagni 15€). L’hotel si trova a meno di 10 minuti a piedi dal centro storico e nei dintorni c’è la possibilità di parcheggiare gratuitamente l’auto.

Ecco nella mappa in basso il tuo itinerario per questo viaggio in Transilvania partendo da Bucharest.

Giorno 1

Allaccia la cintura e mani salde al volante, si parte!

Prima tappa: Castello di Peles

Dopo circa due ore di viaggio da Bucharest (130 km) la tua prima tappa è il Castello di Peles a Sinaia.

Sinaia è una località di montagna nella zona dei Carpazi. Questa piccola cittadina ospita uno dei castelli più belli di tutta la Transilvania. Il Castello di Peles è il classico castello che ognuno di noi ha nel proprio immaginario. E’ contraddistinto da uno stile rinascimentale con delle torri imponenti e dall’aspetto fiabesco.

TripLife Castello-di-Peles

Il Castello di Peles è stato commissionato nel ‘900 da Re Carlo I di Romania ed è stata la sua residenza estiva per molti anni. Gli arredamenti sono sfarzosi e ci sono oggetti provenienti da tutto il mondo e in particolare dall’oriente: tappeti, lampadari, armature e statue. Una cosa che mi è piaciuta molto è stata la biblioteca al piano terra con il suo passaggio segreto che si apre dietro uno degli scaffali. Sai dove conduce questo passaggio segreto? Ad una stanza al secondo piano!

Puoi visitare il Castello di Peles in due modalità:

  • la prima ha una durata di 40 minuti, ti permette di vedere solo le stanze inferiori e ha un costo di circa 6,50€;
  • la seconda invece dura un ora e 15 minuti e consente la visita anche alle sale del primo e del secondo piano. Il prezzo del biglietto è di 13€. Senza dubbio ti consiglio il tour completo.

Non esistono tour guidati in italiano e per scattare foto all’interno del Castello di Peles bisogna pagare un biglietto aggiuntivo di circa 5€ (lo so è assurdo ma è così).

A pochi passi a piedi dal Castello di Peles c’è il Castello di Pelisor (foto in basso), molto più piccolo rispetto al fratello maggiore. L’ingresso è a pagamento ma io non ci sono entrato.

TripLife Castello-di-Pelisor

Per altre info riguardanti prezzi e orari ti rimando al sito ufficiale.

Seconda tappa: Castello di Bran

Da Sinaia prosegui per circa 1 ora (50 km) verso il villaggio di Bran. Ecco, sei arrivato al Castello di Dracula o Castello di Bran, come preferisci. Lascia l’auto nel parcheggio custodito e incamminati verso il piccolo centro città.

Il Castello di Bran è l’attrazione più visitata della Transilvania. Questo posto e Vlad Tepes hanno ispirato Bram Stoker per il suo romanzo. Parlando con una persona del luogo mi ha raccontato che durante le ripetute invasioni Turche del passato, questo è stato  senza dubbio il posto in cui sono morti più turchi che in tutto il resto della Romania. Il leggendario Vlad (il Conte Dracula nel romanzo) aveva infatti l’usanza di impalare gli invasori fatti prigionieri durante le varie scorribande, come monito per tutti coloro che avessero avuto intenzioni bellicose nelle sue terre. Era un personaggio sanguinario e spietato di cui tutti avevano paura. Su come Vlad Tepes sia diventato il Conte Dracula ci ha pensato poi la contorta immaginazione dello scrittore Bram Stoker.

TripLife Castello-di-Bran_4

Il Castello di Bran domina la vallata e visto dal basso ha un aspetto decisamente scenografico. Dopo aver visto il Castello di Peles ne rimarrai quasi sicuramente deluso (almeno per me è stato così). E’ molto più piccolo, gli interni sono meno curati e ha un architettura medievale (quello di Peles rinascimentale). Il Castello di Dracula sembra una fortezza inespugnabile e questo gli dona un aspetto più “freddo” e tetro che si va a conciliare perfettamente con il racconto del famoso romanzo.

Il prezzo del biglietto è di circa 7,50€ ed è possibile scattare le foto gratuitamente a differenza del Castello di Peles. Per orari e altre info ti rimando al sito ufficiale del Castello di Bran.

Nel villaggio di Bran ci sono molte bancarelle e ristoranti carini dove poter mangiare qualche tipico piatto rumeno come la Ciorbă: una minestra o zuppa, preparata con ingredienti diversi come carne e verdure.

Da Bran prosegui per altri 40 minuti (30 km) per arrivare nella città di Brasov in serata. Io ho trascorso la notte a Casa Krone  per circa 40€. L’hotel è carino, pulito e affaccia su Piața Sfatului, la piazza principale di Brasov, in pieno centro.

Giorno 2

Dopo una bella dormita sei pronto per visitare Brasov, la città più grande della Transilvania.

TripLife Brasov

Protetta dai monti Carpazi, la prima cosa che noterai in questa città è la scritta Brasov sul monte Tampa in stile hollywoodiano. Meta sciistica molto amata dai turisti, a Brasov ci sono alcune attrazioni che proprio non puoi perderti. Per visitare la città puoi spostarti a piedi in quanto le distanze sono minime.

TripLife Brasov_1-300x225

Il punto di partenza può essere Piața Sfatului, il cuore di questa città. Al centro di questa piazza troverai Casa Sfatului (Casa del Consiglio), il luogo dove i consiglieri di Brasov si riunivano un tempo.

Prosegui in direzione della Chiesa Nera (Biserica Neagrã). Posta in pieno centro città, è la più grande chiesa gotica dell’intera penisola balcanica ed è chiamata così a causa di un incendio che la colpì nel 1869 che annerì le sue pareti.

TripLife Brasov_2

Il centro storico è quasi interamente circondato da mura storiche alte circa 12 metri intervallate da alcune porte (gate) che rendevano possibile nel 1400 l’accesso alla città. La porta che più mi ha colpito è stata quella di Catherine’s Gate in quanto è l’unica a conservare la sua architettura originale senza troppe modifiche.

Dopo questa bella passeggiata ti consiglio di perderti tra i vicoli del centro storico e goderti ogni scorcio di Brasov.

 

Vuoi sapere un’altra cosa da vedere in Transilvania che proprio non puoi perderti? I suoi cimiteri! Partendo da Bucharest e arrivando a Brasov ti capiterà senz’altro lunga la strada di vederne qualcuno. Ferma l’auto e visita almeno un cimitero. Ti posso assicurare che per quanto possa essere macabro li troverai estremamente affascinanti!

TripLife IMG_6540

Questo è il tuo ultimo giorno in Romania e devi rientrare a Bucarest. L’aeroporto dista circa 150 km percorribili in media in circa 2 ore e mezza. Avviati almeno 4 ore prima rispetto all’ora di partenza del tuo volo in maniera tale da arrivare in anticipo in aeroporto per consegnare l’auto che hai noleggiato.

Questo tour non è il classico week end all’insegna del relax ma ti posso assicurare che ne vale la pena. In soli 3 giorni potrai vedere uno dei posti più insoliti di tutta Europa. Io sono stato in Romania sia ad ottobre che a gennaio ed entrambe le volte ho avuto l’occasione di andare in Transilvania. Ammetto che visitare questa regione a gennaio con la neve che colora di bianco i monti Carpazi è stato molto più affascinante che vederla ad ottobre.

Detto ciò che aspetti? Lascia perdere le capitali europee ogni tanto e goditi qualche posto più insolito come la Transilvania!

Se hai dubbi o altro non esitare a scrivermi sotto nei commenti.

Vede la vita come un pirotecnico gioco. Spesso si affida al caso. Passeggero della Terra.

24 Comments

Lascia un commento

Shares