• Home
  • /
  • Tips
  • /
  • Come combattere il jet lag dopo un lungo viaggio
Rimedi per il jet-lag

Come combattere il jet lag dopo un lungo viaggio2 min read

Ho imparato sulla mia pelle cosa significhi jet lag. Innanzitutto, non avevo la ben che minima idea di come combattere il jet lag dopo un lungo viaggio, nè tantomeno cosa significasse, appunto, jet lag. In soldoni, parliamo degli effetti del cambiamento di fuso orario dopo un lungo viaggio (di solito, maggiore di 3 ore di fuso).

La prima volta è stata devastante: tornavo dalla California e, dopo 14 ore di aereo e -9 di fuso orario, il mio organismo non riusciva ad abituarsi.

Il corpo non riusciva a capire se fosse giorno o notte. Morale della favola: non ho dormito per 3 notti, ero nervoso e non avevo neanche fame.

6 consigli su come combattere il jet lag dopo un lungo viaggio

Andiamo quindi a vedere come combattere il jet lag

  • Prima di partire, iniziate ad abituarvi al nuovo orario. Qualche giorno prima, se viaggiate verso ovest, andate a dormire 1 ora dopo. Se viaggiate verso est il contrario.
  • Durante il volo dovrete bere molta acqua (per idratarvi dato che l’aria dell’aereo è molto secca)
  • I pasti a bordo: per i viaggi verso ovest è meglio mangiare proteine e verdure, mentre per i viaggi verso est è meglio cibarsi di carboidrati
  • Mentre siete in volo, ogni 2 orette alzatevi, passeggiate e fate qualche esercizio
  • L’arma segreta: melatonina. Un ormone naturale che dirà al vostro organismo quando è ora di dormire. Dovrete assumerla nel momento in cui volete addormentarvi. I ho utilizzato melatonina pura a strisce (due strisce) e continuare due giorni dopo con una striscia (si scioglie sulla lingua)
  • Pensare ed agire come se foste già a destinazione (impostate l’orologio). Se c’è da dormire andate a dormire (utilizzando la melatoninca) altrimenti state svegli ed entrate nel ritmo anche dei pasti con gli orari di destinazione.

Ci sarebbe tanti altri aspetti tecnici sul jet lag, molto più complessi di come ve li ho descritti. Maggiori informazioni le potete trovarle qui.

Ma questi sono i consigli che ho messo in atto durante i miei viaggi e devo dire che non ho più avuto grandi problemi con il jet lag, quindi potrete combattere il jet leg dopo un lungo viaggio senza subirlo in modo passivo.

Buon viaggio e buon riposo!

Insaziabile viaggiatore, vive aspettando i weekend e le ferie per partire all’avventura! Di professione digital strategist e business developer. Ricercatore in LUISS.

Lascia un commento

Shares