• Home
  • /
  • Oman
  • /
  • Oman: 7 buoni motivi per visitarlo
Cosa vedere in Oman

Oman: 7 buoni motivi per visitarlo5 min read

Sai qual’è lo slogan della perla nascosta nel Corno D’Arabia?

La moda passa, lo stile resta.

Ecco perché oggi voglio parlarti di 7 buoni motivi per visitare l’Oman.

Paese finora defilato dal grande turismo, il Sultanato dell’Oman è situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica ed ha un’estensione maggiore dell’Italia.

Da sempre questo Paese è definito l’eremita d’Arabia ma le cose negli ultimi anni stanno cambiando e sono certo che l’Oman è pronto ad essere uno dei paesi rivelazione di questo 2018.

I presupposti? Tanti. Ecco i 7 buoni motivi per visitare l’Oman che ho scelto per te.

1. Il deserto

Cosa è la prima cosa che ti viene in mente se ti dico Oman? Esatto! Il deserto. Questo costituisce l’80% della superficie del Sultanato. Il più affascinante e misterioso è il Rub’al-Khali.

visitare l'OmanE’ tra i più vasti deserti dell’Oman ed è conosciuto per l’assenza di centri abitati e strutture ricettive. Proprio per questo motivo attira tantissimi esploratori da tutto il mondo. Se vuoi visitarlo ti consiglio di farlo con un tour operator locale. Altro deserto che puoi facilmente visitare in quanto vicino alla capitale è lo Sharqiya Sands. Partendo da Mascate puoi visitarlo anche in giornata o meglio ancora ti consiglio di trascorrere una notte in tenda sotto al cielo stellato del Sultano dell’Oman.

visitare l'Oman

2. L’arcipelago Dimaniyat

Chi visita l’Oman non può non godere dello spettacolo dell’arcipelago di Dimaniyat. Questo arcipelago è composto da nove piccole isole a circa 30km al largo della capitale Muscat. Dimaniyat è una riserva naturale protetta e sorvegliata, sopratutto a beneficio delle famose “green turtle” che qui vengono a deporre le propria uova nella sabbia bianca delle diverse spiagge. Le isole sono disabitate, l’unica eccezione è fatta per il piccolo presidio permanente del Ministero dell’Ambiente.

visitare l'Oman

La cosa più bella di questo arcipelago? La parte sommersa. I fondali sono pieni di colori, potrai ammirare dei veri e propri giardini sottomarini. Tanti anche gli animali che popolano queste acque come le tartarughe, tantissimi pesci, le murene e i delfini. Per godere di tutto ciò puoi fare un escursione imbarcandoti da Marina Al Mouj su una delle tante imbarcazioni che offrono questo tipo di tour. Le imbarcazioni sono di circa 10/15 pax e si parte in genere il venerdì e il sabato alle 8:30. Riuscirai a fare snorkeling in 3/4 posti differenti. Il costo è di circa 75€ e si rientra nel porto per le 13:30 circa.

3. I siti Unesco

I siti Unesco dell’Oman possiamo dividerli in bellezze naturali e in opere realizzate dall’uomo. Nella prima categoria rientra la Via dell’Incenso: un percorso di circa 2400km nella regione di Dhofar, che attraversa deserti e vallate dove si possono incontrare tanti villaggi che negli anni hanno utilizzato questa via per i loro scambi commerciali.

visitare l'Oman

Tra le opere realizzate dall’uomo meritano una visita il sito archeologico di Bat, il Forte di Bahla (in foto) e i Cinque Aflaj, un sistema di irrigazione ereditato migliaia di anni fa che consente di trasportare l’acqua in posti impensabili per un deserto.

4. La capitale dell’Oman: Muscat

Muscat è una città bagnata dal mare ma ciò che mi ha più affascinato è la parte “interna”. Avventurarti nella zona centrale di Mutrah e da lì ti ritroverai in un intricato labirinto che compone il maestoso Souk. Incensi dai profumi inebrianti, artigianato, gli antichi pugnali in argento e avorio, oro e profumi guideranno la tua visita. In genere in ogni mercato al mondo la parola d’ordine è “contrattare“, ma qui non è per niente facile e gli sconti non saranno altissimi.

visitare l'Oman

Subito fuori dal Souk, ti ritroverai nella lunga Corniche, un luogo perfetto per una passeggiata al tramonto lungo il mare.

visitare l'Oman

5. Tiwi White Beach

Situata ad 80 Km da Muscat, si trova la meravigliosa spiaggia bianca dell’Oman: la Tiwi White Beach. Il contrasto di colori è pazzesco: si passa dal marrone della terra alla sabbia bianchissima che si fonde perfettamente con il turchese del mare. Impossibile resistere ad un tuffo. La spiaggia è poco affollata durante la settimana mentre nel weekend è la meta preferita dei turisti e Omaniti e potrai trovare molte più persone.

visitare l'Oman

6. I fiordi d’Arabia: Musandam

Così come in Norvegia, anche l’Arabia ha i propri fiordi e si trovano in Oman. Dove? Nella penisola di Musandam!

visitare l'Oman

Un posto a dir poco scenografico. Da un lato c’è il Golfo Persico, nella sua fetta di mare più bella, dall’altro le montagne che si fiondano a picco sull’acqua. Lo spettacolo è assicurato. Tra i modi migliori per osservare le scogliere è ovviamente dal mare. Puoi salpare a bordo dei dhow, tradizionali imbarcazioni omanite simili a velieri. Oppure se preferisci puoi avventurarti tra le montagne e le oasi noleggiando un fuoristrada. Se scegli questa opzione ti consiglio di visitare l’imponente forte di Khasab e il pittoresco villaggio di Kumzar.

7. La cucina Omanita

Grazie al lunghissimo tratto di costa la cucina Omanita fa uso abbondante di pesce. Tra i piatti più particolari che potrai trovare in particolar modo nel sud dell’Oman è il rabees: squaletto bollito e poi fritto.

Altro piatto tipico è l’harees, piatto di carne bollita e grano cotto. La carne maggiormente utilizzata è quella di montone. Ti ricordo che l’Oman è un paese a fede islamica e quindi il consumo di carne di maiale è vietato. Anche gli alcolici sono vietati e sono serviti solo nei grandi alberghi.

Grande passione degli Omaniti sono i dolci. Tra i più ricorrenti nel tuo viaggio in Oman ci sarà sicuramente l’halwa, un dolce dalla forma allungata fatto con zafferano, datteri, mandorle, noci e cardamomo.

visitare l'Oman

Questi sono solo alcuni dei motivi che porteranno l’Oman ad essere una delle mete rivelazione di questo 2018. Quindi cosa aspetti? Inizia a controllare i voli più economici utilizzando questa mia semplice guida.

Il periodo migliore per un viaggio in Oman? E’ durante i mesi invernali che vanno da novembre a marzo con una preferenza per questi ultimi se si vuole gustare anche il mare.

Per altre info ti rimando al sito ufficiale del Turismo del Sultanato dell’Oman.

Vede la vita come un pirotecnico gioco. Spesso si affida al caso. Passeggero della Terra.

18 Comments

Lascia un commento

Shares