4 dolci da mangiare assolutamente in Portogallo

4 dolci da mangiare assolutamente in Portogallo2 min read

Chi mi conosce sa che ho una smodata passione per i dolci ed ovviamente in viaggio do il meglio di me nella ricerca di pasticcerie tipiche in cui dare sfogo alla mia dipendenza. La mia vacanza in Portogallo da questo punto di vista non è stata da meno e mi ha regalato  un sacco di dolci soddisfazioni. Ecco a voi quindi quella che per me è la classifica dei 4 dolci da mangiare assolutamente in Portogallo.

1. Travesseiros

Questo magico dolce di pasta sfoglia ripieno di tuorlo d’uovo e mandorle ci ha fatto letteralmente sognare, piazzandosi inaspettatamente al primo posto della nostra classifica. Da provare rigorosamente nella pasticceria storica al centro di Sintra “Piriquita”. Questo dolce risale addirittura al 1940 e la famiglia della creatrice custodisce gelosamente l’ingrediente segreto che dà quel tocco in più che fa venire l’acquolina in bocca sia ai locali che ai turisti: è impossibile prenderne solo uno!

2. Pasteis de Belem

Non poteva ovviamente mancare il dolce più conosciuto e amato di Lisbona. I pasteis de Belem altro non sono che una variante dei pasteis de nata preparati, però, secondo l’antica ricetta dei monaci del monastero dos Jeronimos, tramandata nel 1837 ai pasticceri di Belem che tutti i giorni ne sfornano in gran quantità utilizzando tuttora i metodi tradizionali di preparazione per consentire a tutti gli avventori di assaggiare quel sapore unico e incomparabile.

3. Bolo de Arroz

Menzione d’onore per questo profumato e soffice muffin di farina di riso che rende la colazione portoghese assolutamente gustosa. Probabilmente è uno dei più semplici per preparazione e ingredienti ma anche uno dei più adatti per la iniziare bene la giornata, la sua consistenza morbida unita a una crosticina zuccherosa e croccante lo rende ideale per accompagnare il latte o il caffè.

4. Nozes de Cascais

Anche questo dolce vanta delle antiche origini, che in questo caso risalgono al XVI secolo nel Monastero de nostra Senhora, da cui si dice che provenga la ricetta. Il dolce in sè è una piccola sfera lucida di glassa di zucchero, tuorlo d’uovo e pasta di mandorle, ma in bocca il sapore è tutt’altro che semplice e banale: un’esplosione di gusto (e di calorie) concentrata in un unico delizioso morso.

Quale di questi dolci vi ha fatto venire una voglia matta di volare in Portogallo? Fatemelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Shares